Crea sito

Bugie al cacao di Carnevale ripiene di crema di mandorle

Facebooktwitterpinteresttumblr

Abbiamo una vasta gamma di modi con le quali possiamo definirle, “bugie” rappresenta quello dal sapore piemontese.

Terminologia a parte, da regione a regione troviamo essenzialmente pochi ingredienti che a volte possono pure essere gli stessi (fatta eccezione per gli aromi) e hanno senza alcun dubbio qualcosa in comune: la frittura.

Di quella non ti puoi liberare.

Se invece parliamo delle origini, dobbiamo risalire agli antichi romani.

Per tradizione, a febbraio, si festeggiavano i saturnali ovvero dei festeggiamenti in onore di Saturno.

In occasione di questa ricorrenza avveniva una sorta di “ribaltamento” delle gerarchie sociali, motivo per cui tutti potevano lasciarsi andare allo scherzo ed alla frivolezza del momento.

Inoltre rappresentava un portale aperto tra gli inferi e il mondo dei vivi.

Durante questo passaggio, per evitare dei rischi, alle anime che vagavano tra gli esseri umani veniva offerta la possibilità di avere dei corpi provvisori, da qui nacque anche l’usanza delle maschere.

Ma che festa sarebbe senza qualcosa di buono da sgranocchiare?

Ecco che spuntano fuori le nostre odierne chiacchiere (battezzate così al sud), un tempo chiamate “frictilia”.

Grazie all’estrema facilità con la quale si realizzavano e al poco tempo che impiegavano a cuocere, venivano preparate in grandi quantità per poi distribuirle al popolo romano e non lasciare nessuno a mani vuote!

Tornando ai giorni nostri, le bugie sono generalmente di dimensioni più piccole ed a forma di rombo.

Esiste una variante ripiena (quella che vi propongo oggi) solitamente farcita con marmellata o con della crema al cioccolato.

 

 

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE):

  • 200 gr di farina 00
  • 1 uovo
  • 80 gr di zucchero semolato
  • 25 gr di burro morbido
  • 20 gr di cacao amaro
  • 30 ml di vino bianco
  • 2 gr di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

PER LA CREMA ALLE MANDORLE:

  • 250 ml di latte intero
  • 2 tuorli
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 30 gr di fecola di patate
  • 1 cucchiaino di estratto di mandorle amare

PREPARAZIONE:

Setacciate la fecola con lo zucchero, unite i tuorli, l’aroma e gradualmente il latte a filo.

Procedete così mescolando accuratamente con una frusta per evitare che si formino grumi.

Trasferite il composto in un tegame e mettetelo sul fuoco a fiamma medio-bassa; non appena sfiora il bollore abbassate il fuoco e continuate a mescolare finché la crema non risulterà molto densa (basteranno 3 – 4 minuti).

Togliete la crema dal fuoco e lasciatela raffreddare coperta con della pellicola per poi trasferirla in frigo.

Per la preparazione della pasta riunite in una terrina tutti gli ingredienti secchi (farina, cacao amaro, zucchero, lievito e sale), mescolateli brevemente quindi aggiungete quelli umidi.

Lavorate brevemente e se l’impasto dovesse risultare troppo asciutto aggiungete qualche goccio d’acqua.

Ottenuta una pasta morbida, infarinate il vostro piano di lavoro e stendetela con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile.

Ritagliate dei quadrati (o dei rombi, se volete attenervi alla ricetta originale) con un tagliapasta dentellato, distribuite man mano la crema al centro per poi richiudere con un altro pezzo di pasta.

Mi raccomando di sigillare bene i bordi per non farle aprire tutte, come sempre un goccino d’acqua aiuta!  😉

Scaldate abbondante olio di semi di girasole in un bel padellone e friggete un po’ alla volta le bugie per 2 – 3 minuti per lato.

Una volta pronte ultimate con dello zucchero a velo e via alle danze!

Facebooktwitterpinteresttumblr