Crea sito

Cookies – La ricetta della felicità di Ernst Knam

Facebooktwitterpinteresttumblr

Preparare dei deliziosi biscotti americani sembra un’impresa semplice.

In linea di massima lo è, ma qualche piccolo trucchetto vi permetterà di ottenere dei biscotti a dir poco strepitosi!!

Partiamo subito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Brown Sugar, sempre e comunque

Spesso lo confondiamo con lo zucchero di canna, invece si tratta di zucchero semolato misto alla melassa della canna da zucchero.

Va benissimo anche il più facilmente reperibile zucchero di canna, ma se proprio volete fare i puristi…

E lo zucchero bianco che ruolo ricopre in questa ricetta?

Quello scuro rende il biscotto morbido all’interno, quello chiaro conferisce quella tipica caramellatura che tanto amiamo!

Burro, che passione

Non si scioglie con lo zucchero, non si ammorbidisce nel microonde, non si mette nemmeno al sole… insomma armatevi di pazienza e aspettate che diventi bello morbido a temperatura ambiente.

Attualmente il clima è dalla nostra parte.

 

 

 

 

 

 

 

 

Più cioccolato per tutti

Si fa più in fretta ma le gocce di cioccolato non sono ammesse. Solo una tavoletta tritata con le nostre manine.

Tuttavia esistono varie ed eventuali alternative altrettanto peccaminose come il cioccolato bianco, le arachidi, le noci pecan, gli M&M’s, la frutta, il cardamomo e via discorrendo.

Io mi fermo qui perché già sto sognando. :mrgreen:

 

 

 

 

 

 

 

 

Parola d’ordine: riposo (mica il nostro, eh)

Ogni ricetta americana che si rispetti scrive a lettere cubitali che per ottenere i cookies supremi è necessario far riposare l’impasto (basta un’oretta).

E non solo.

Si vocifera anche che dopo averli preparati, fatti riposare e tutto, una bella visitina al freezer prima d’infornare può fare estremamente comodo.

Un tentativo l’ho fatto, anche se in questa ricetta non è prevista nessuna di queste operazioni (Knam, non me ne volere a male!) e posso confermare che si tratta di un ottimo suggerimento.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il momento della cottura

Quando si tratta di cookies non potete prendere e andare a sfaccendare per casa perché non solo cuociono rapidamente ma tendono anche a bruciacchiarsi in un lampo (soprattutto di sotto).

In sostanza diffidate dai tempi di cottura che superano o non raggiungono (al massimo) i 15 minuti.

INGREDIENTI (PER CIRCA 20 BISCOTTI)

  • 125 gr di farina debole (tipo la 0)
  • 45 gr di uova (circa 1)
  • 75 gr di zucchero semolato
  • 75 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di burro
  • 7 ml di acqua
  • 50 gr di nocciole
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 5 gr di lievito per dolci
  • 1 baccello di vaniglia

PREPARAZIONE

Montate per 5 minuti il burro (morbido) insieme agli zuccheri e ai semi di vaniglia utilizzando delle fruste elettriche fino a ottenere una crema chiara e spumosa.

Unite gradualmente l’acqua e l’uovo sempre amalgamando l’impasto.

Poi aggiungete le polveri ovvero farina e lievito, a seguire aggiungete il cioccolato fondente e le nocciole tritate al coltello.

A questo punto inserite l’impasto in una sac à poche provvista di bocchetta liscia e disponetelo, ben distanziato, su una placca ricoperta di carta forno.

Ogni porzione dev’essere grande più o meno quanto una noce.

Infornate a 165° per circa 12 minuti.

Una volta cotti, sfornateli e lasciateli raffreddare su una gratella.

Riponeteli preferibilmente in una scatolina di latta per non alterare la consistenza friabile dei cookies.  😉

Facebooktwitterpinteresttumblr