Crea sito

Cotolette di cannellini

Facebooktwitterpinteresttumblr

Apro una piccola parentesi in merito all’enorme polverone alzatosi un pugno di mesi fa intorno al personaggio di ”Francesco Sole“.

Francesco Sole

Mi rendo conto che, essendo già passato un po’ tempo, c’è chi ha dimenticato tutta questa storia, ma c’è anche chi continua ad inzupparci il pane, come si suol dire.

In primo luogo a me onestamente non è mai interessato quello che pubblica questo ragazzo. Ho provato a guardare qualche video sul suo canale ma non ho subito il suo fascino. Ho subito e basta!  :lol

Niente da dire, invece, sul lavoro che c’è dietro (montaggio video, musiche in sottofondo, e così via), ma quello che racconta o scrive sui post-it non mi dice niente. Se dovessi utilizzare una metafora userei questa: è come una biglia d’acciaio che precipita sul pavimento della mia materia grigia.

Chiunque può parlare di cacca camminando in mezzo a un meraviglioso campo di girasoli e farlo sembrare un discorso degno del premio Nobel per la pace.

In quel caso però costui sarebbe geniale e noi saremmo gli stupidi. Cosa che – per certi versi – accade nel caso di Francesco Sole.

Ovviamente la mia è semplice e pura ironia, non rappresenta in nessun modo una motivazione valida per scaraventare addosso a qualcuno tutto lo schifo del mondo!

Ok, molti youtuber non hanno apprezzato il fatto che questo personaggio – spuntato ”per caso”  sul web – riesce a finire in televisione nell’arco di pochissimo tempo, scrive libri e bla bla bla… offrendo la falsa speranza che Youtube sia la piattaforma giusta per arrivare al successo e bla bla bla…

Non metto in dubbio che un’idea innovativa mescolata a molta passione possa aiutarti a realizzare il tuo sogno, foss’anche qualcosa iniziato per gioco e continuato perché c’hai preso gusto.

Boh, non riesco a comprendere la ragione per cui siamo sempre così uniti quando si tratta di accanirsi su qualcuno e mai a provare a capire cosa succede.

Ammesso che la cosa possa riguardarci.

Ammesso che Francesco Sole sia veramente un raccomandato e il suo personaggio sia stato studiato a tavolino.

Lo sappiamo con certezza?

E se anche fosse… Ma che ve frega?

Sembra la beffa dopo il danno.

In questo modo anche chi (come me) non ne sapeva niente di niente viene indirettamente coinvolto e, senza volerlo, lo pubblicizza.

Alla comunità di Youtube – così come alla maggior parte di voi – ha dato fastidio il fatto per com’è stato concepito.

Non essere d’accordo è sacrosanto, provare a non rovinare una piattaforma che raccoglie stronzate e contenuti validi è altrettanto giusto.

Chi sceglie la violenza – fisica o verbale – no.

Ti abbassi allo stesso livello del cosiddetto “truffatore”. Sempre ammesso che lo sia.

Siamo fatti di carne e sbagli. Io, tu, tutti.

Questo però non ci da il diritto di distruggere emotivamente un altro essere umano.

Perdonatemi lo sfogo però oggi bazzicavo su Youtube e tra i video consigliati c’era tutta una sequela di contenuti dedicati a  questo casino e ho deciso di parlarne.

D’altro canto il caso Francesco Sole è applicabile alla vita reale. Proprio come le cose che ho scritto.

I nodi non si sciolgono scaraventandoli in un mare di polemiche. Le vomiti e poi non ci pensi più.

E parlo di  tutti ”noi” perché apparteniamo a questo pazzo mondo.

Fine.

Cotolette di cannellini 02

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 250 g di fagioli cannellini
  • 80 g di farina 00
  • 30 g di parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiaini di olio evo
  • aglio granulato, peperoncino e prezzemolo q.b.
  • pangrattato q.b.

PREPARAZIONE

In un tegame lessate i fagioli dopo averli lasciati in ammollo per circa 10 ore.

Quando son cotti (e intiepiditi) salateli e frullateli in un mixer.

Trasferite i legumi in un contenitore, aggiungete la farina, il parmigiano grattugiato, l’olio, le spezie e amalgamate il tutto.

Prelevate delle piccole porzioni d’impasto e appiattitele con le mani formando delle cotolette quindi passatele nel pangrattato.

Ponete una griglia sul fuoco e versatevi un filo di olio di semi e non appena è ben caldo cuocete poche cotolette alla volta facendole dorare da entrambi i lati per un paio di minuti.

Accompagnate le cotolette di cannellini con della salsa barbecue, della maionese o della salsa cocktail per un gusto più intenso.

Facebooktwitterpinteresttumblr