Crea sito

Gelato alle susine rosse

Facebooktwitterpinteresttumblr

Il kefir, detto anche chefir, è una bevanda dalla consistenza simile allo yogurt bianco ma dal sapore più acidulo.

Il termine deriva da keife, parola armena che vuol dire benessere.

Esso è ricco di fermenti lattici e probiotici e si ottiene dalla fermentazione del latte frescofermenti o granuli di kefir, formati da un polisaccaride (il kefiran) che funge da abitazione per batteri benefici e lieviti.

Intorno a questo fantastico prodotto, ideale per la digestione e per la stimolazione degli anticorpi, esiste una leggenda secondo la quale Maometto donò dei grani di kefir agli avi dei montanari del Caucaso e per tale ragione venne battezzata “miglio del profeta”.

In verità non sappiamo con precisione come nasce l’antica “ricetta originale” ma soltanto che un tempo veniva preparato con latte di pecora, vacca o capra e per tradizione si conservava in otri di pelle.

Essendo poi sostituito con del latte fresco, la fermentazione avveniva frequentemente.

Concludiamo la conoscenza del kefir aggiungendo soltanto che è possibile prepararlo anche in casa.

Se invece siete affetti dalla quasi asintomatica sindrome della “comfortologia”, è possibile trovarlo in ogni supermercato Lidl che si rispetti.

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE):

  • 500 gr di susine rosse
  • 130 gr di zucchero
  • 250 gr di kefir (o yogurt greco)
  • 100 ml di panna per dolci
  • 50 ml di latte intero
  • 1 cucchiaino di miele di acacia
  • 1 cucchiaino e ½ di estratto di vaniglia

PREPARAZIONE:

Lavate le susine, privatele del nocciolo e tagliatele a pezzetti.

Riunite in una casseruola antiaderente la frutta e lo zucchero, mettete il tutto sul fuoco e lasciate cuocere per circa 15 – 20 minuti a fuoco medio.

Non appena la composta è pronta, toglietela dal fuoco e lasciatela intiepidire prima di frullarla.

In un recipiente mescolate la panna con il kefir, il latte, il miele e l’essenza di vaniglia.

Riunite i due composti e mescolate con una frusta.

Frullate il composto per una manciata di secondi con un frullatore a immersione e versatelo in un contenitore dotato di coperchio.

Riponete in frigo per 6 – 8 ore.

Trascorso questo tempo tiratelo fuori e frullate nuovamente (sempre con il frullatore a immersione).

Infine travasate il tutto nella gelatiera e azionatela seguendo le istruzioni.

A questo punto il gelato alla frutta è pronto per essere messo in freezer e ben presto mangiato!

Note aggiuntive:

Se non avete la gelatiera, un metodo veloce e fai da te è quello di mettete semplicemente il composto in freezer ed ogni mezz’oretta rompete i cristalli che si formeranno e dare una mescolata (ripetere fino a che non trascorrono un paio d’ore).

Oppure lasciar congelare il gelato e poco prima di servirlo frullarlo per pochi secondi.

Per quanto riguarda lo zucchero potete aumentare/diminuire le dosi in base a quanta dolcezza vi necessita.  :mrgreen:

Facebooktwitterpinteresttumblr