Crea sito

Gnocchi di melanzane

Facebooktwitterpinteresttumblr

Una spettacolare e soprattuto utile trovata, nell’era della tecnologia, chiamata ” Row-bot “.

Sfornato dalla Bristol University, il primo robot che si ricarica mangiando i rifiuti gettati nel mare ed una volta ripulito tutto, prende e se ne va a fare un pò di pulizia altrove!

arowbotthatl

Una vera figata (gergo che non si usa più dall’era preistorica ma noi ce ne freghiamo allegramente :mrgreen: ), eh?

Gli inglesi segnano un altro punto a loro favore quando si parla di salvaguardare l’ambiente o nello specifico le nostre acque.

Sembra quasi impossibile che non ci sia mai spuntato un tentacolo o un terzo occhio visto il modo in cui riduciamo alcune spiagge!

Comunque sia il nome di questo gioiellino è una fusione tra il verbo to row ovvero remare e robot, come si può facilmente intuire.

Nuota in completa autonomia senza aver bisogno dell’intervento dell’uomo ed al suo interno è dotato di una pila  a combustibile microbiologica, che…?!?

Semplice, acchiappa la materia organica e la trasforma in energia elettrica attaverso un processo di biodegradazione.

Nun me chiedete de più, meglio di così non so fà!  😆 

Ragion per cui una volta terminate queste lunghe pulizie, ha la necessità di allontanarsi per trovare altre fonti di sostentamento.

Per il momento è tutto, ci aggiorniamo presto e mi raccomando, non gettate rifiuti nel mare e nemmeno sulla terra ferma e nei limiti del possibile, non restate indifferenti di fronte a chi pratica questi gesti di stupida inciviltà!

Gnocchi-di-melanzane-02

 

 

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE):

  • 500 gr di melanzane
  • 800 gr di patate rosse
  • 100 gr di farina 00 (o di ceci)
  • sale e pepe q.b.

PER CONDIRE:

  • 400 gr di passata di pomodoro
  • 1 manciata di capperi
  • 3 foglie di basilico fresco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna (facoltativo)
  • 3 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Lessate le patate in acqua salata bollente.

Sciacquate bene le melanzane quindi ponetele (tutte intere) su una teglia con della carta forno a 200° per circa 40 minuti.

Una volta cotte, lasciatele intiepidire quindi eliminate le due estremità e privatele della buccia esterna.

Tagliate la polpa a cubetti poi riducetela ad una purea aiutandovi con un coltello.

Ponetela in uno scolapasta e pressate con una forchetta per eliminare il liquido in eccesso.

Versate due cucchiai di olio in una padella e lasciate dorare uno spicchio d’aglio, dopodiché unite la polpa di melanzane e lasciate cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio.

Mettete momentaneamente da parte a raffreddare.

Nel frattempo sbucciate le patate ormai cotte (ma ancora calde!) e passatele in uno schiacciapatate per ottenere nuovamente una purea omogenea.

Riunite i due composti in una terrina, aggiungete la farina (aumentate le dosi se non riuscite a lavorare l’impasto) e regolate di sale e pepe.

Spolverate leggermente il vostro piano di lavoro, prelevate un pezzetto d’impasto e formate dei ” vermicelli “.

OAP3cPp

Ritagliate gli gnocchi di circa 2 cm ciascuno quindi arrotolateli tra le mani ottenendo così delle palline o se preferite potete dargli la forma classica.

3WcrI5y

Mettete sul fuoco una casseruola piena d’acqua e mentre aspettiamo che arrivi a bollore, prepariamo la salsa.

Versate in padella l’olio, unite lo spicchio d’aglio e fatelo rosolare.

Aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale, pepe e zucchero (se non gradite il sapore aspro della salsa) ed infine il basilico seguito dai capperi.

Io in genere l’allungo con un pò d’acqua e la lascio stringere per 5 minuti a fuoco medio.

A questo punto salate l’acqua e versatevi gli gnocchi.

Non appena salgono a galla saranno pronti per essere trasferiti con una schiumarola in padella (quella con la salsa, mò basta sporcare pentole! :mrgreen: ).

Saltate gli gnocchi per un minuto al massimo quindi servite ben caldi, decorando il piatto con qualche foglia di basilico che non guasta mai.  😉 

Facebooktwitterpinteresttumblr