Crea sito

Ingannapreti – Pasta fresca di grano duro

Facebooktwitterpinteresttumblr

Vi siete mai domandati come vivono i nostri amici a 4 zampe alcune delle nostre azioni quotidiane?

Utilizzando tanta ironia ed altrettanta fantasia, Robert Brown, un artista di Los Angeles ha dato vita a quelli che potrebbero essere i (possibili) pensieri di un cane in certe situazioni!

slide_487906_6714062_free

Noi vediamo il pianeta sul quale viviamo, un pelosetto un comodissimo mega gabinetto sul quale depositare un bisognino!  😆

slide_487906_6714072_free

Quando dite al vostro cane: ” Torno tra mezz’ora, tesoro! “. Il vostro cane lo interpreta come: ” Ti lascio per sempre, goditi la tua eternità fatta di solitudine. “

slide_487906_6714070_free

” Per favore, siediti… “, quando l’ora del bagnetto diventa una tortura. Anche se questa vignetta rispecchia raramente la realtà. Di solito quando vedo un cagnolino entrare in acqua (specialmente quando fa molto caldo), difficilmente avrà voglia di uscire!  😉

slide_487906_6714060_free

Ed infine il ritorno a casa. Magari dopo una lunga giornata a lavoro oppure a scuola, finite delle commissioni e via discorrendo… ” Ehi, amico! “, salutiamo il nostro cucciolo scodinzolante. ” Sono tornato da te, amore mio! “, è la sua interpretazione.

Beh, oggi abbiamo spezzato un pò dalle varie ed eventuali notizie nel mondo, spero che questa breve traduzione umanoide/cagnolinese sia stata di vostro gradimento e vi siete fatti due risate!

In merito alla ricetta di oggi non c’è molto da dire. A parte il nome, ” ingannapreti “, definiti così perché sembrano dei tortellini ripieni (pare eh, ma in realtà son vuoti!!) di cui, i preti (appunto) andavano ghiotti. Ma al primo morso, l’inganno è presto svelato!  :mrgreen: 

 

Ingannapreti - Pasta fresca di grano duro 02

 

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE):

  • 200 gr di semola di grano duro
  • 90 ml di acqua (circa)
  • ½ cucchiaio di olio evo

PREPARAZIONE:

In una terrina disponete la semola a fontana ed al centro versatevi l’acqua con l’olio.

Lavorate brevemente tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto sodo ed omogeneo.

Avvolgete il panetto nella pellicola e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per una mezz’oretta.

Trascorso questo tempo riprendete la pasta, dividetela a metà e stendetela in una sfoglia sottile come un foglio di carta velina (se avete una sfogliatrice, tanto meglio! In tal caso tagliatelo in piccole porzioni e passate ogni pezzo diverse volte partendo dalla prima tacca fino alla penultima).

Ritagliate la pasta utilizzando sia una rotella zigrinata che una liscia per ottenere dei quadrati di circa 4 cm e con 2 lati lisci e due a zig zag!  :mrgreen: 

IMG_1774

Piegate la pasta a triangolo unendo i due lati zigrinati.

IMG_1776

Ripiegate nuovamente i due lembi più lunghi e ” pressate ” con delicatezza le punte per chiudere la pasta.

IMG_1777

Procedete in questo modo fino ad esaurimento dell’impasto.

Per la cottura bastano pochi minuti in acqua bollente salata.

Se la stendete con un mattarello e dovesse venire un pò più spessa del previsto (a mano non si possono fare miracolo, lo so bene! 😉 ), allungate i tempi di cottura di qualche minuto in modo tale che la pasta non rimanga dura o ” gommosa “.

Facebooktwitterpinteresttumblr