Crea sito

Insalata di riso

Facebooktwitterpinteresttumblr

Per portare a tavola o a un picnic un’insalata di riso con i controfiocchi serve soltanto qualche piccolo accorgimento.

Picnic

Si comincia scegliendo la tipologia di riso giusta.

La varietà più adatta è il Ribe poiché possiede dei chicchi che rimangono sodi, asciutti e ben distanziati dopo la cottura.

In alternativa potete ripiegare sul parboiled, ricco di micronutrienti, si mantiene bene in cottura e non scuoce.

Nulla vieta di utilizzare anche il basmati, avendo un occhio di riguardo per la sua cottura veloce.

Un altro fattore importante risiede nel saper dosare la giusta quantità di acqua: dev’essere pari a 5 volte la quantità del riso e bisogna aggiungere 12 g di sale per ogni litro di acqua.

Questo genere di preparazione vuole una cottura del riso al dente, ergo scolatelo un paio minuto prima del tempo di cottura indicato sulla confezione.

Inoltre non fermate la cottura passandolo sotto l’acqua fredda o finirà per perdere sapore e diventare liscio come la paglia.

Quand’è pronto trasferitelo su un canovaccio pulito e aspettate pazientemente che si raffreddi oppure mettetelo a ”bagnomaria” in un contenitore a contatto con dell’acqua fredda.

L’utilizzo degli ingredienti freschi porta via più tempo ma la vostra insalata di riso guadagnerà un sacco di punti bonus!

Tra l’altro non esiste una regola precisa: utilizzate tutto quello che vi fa gola… però senza esagerare. Accostare sapori simili tra loro is the new andare sul sicuro.

E una volta terminato con il trio di lava, affetta e cuoci, non resta altro da fare che riporre la delizia in frigo per qualche ora. Se poi avete tempo lasciatela stare per tutta la notte che li amalgamerà per ben benino ogni sapore e odore.

Ah, quasi dimenticavo. Per i palati più aggressivi è consigliabile l’aggiunta di aceto o succo di limone.

Insalata di riso

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 300 g di riso basmati
  • 15 pomodori datterino
  • 1 barattolo di mais dolce
  • 8 wurstel
  • 2 peperoni gialli
  • 80 g di olive nere
  • 80 g di olive verdi denocciolate
  • 150 g di fontina
  • 2 carciofi
  • 3 carote
  • 6 cipolline sottaceto
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo e aceto balsamico q.b.

PREPARAZIONE

Cuocete il riso in acqua salata bollente seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.

Non dimenticate di scolarlo qualche minuto prima rispetto ai tempi di cottura per far si che rimanga al dente.

Una volta cotto lasciatelo intiepidire su un canovaccio.

Nel frattempo prepariamo il condimento.

Lavate e mondate le carote e i peperoni, tagliateli a strisce, poi a cubetti piccoli.

Fate la stessa cosa con i pomodori datterino, il formaggio e le olive nere (una volta private del nocciolo), scolate le cipolline e tagliatele a metà.

Aggiungete il mais, i wurstel e le olive verdi tagliate a rondelle.

A questo punto occupatevi della cottura dei carciofi.

Indossate dei guanti o strofinatevi le mani con del limone per evitare che vi diventino tutte nere.

In alternativa tenete a portata di mano una ciotola con acqua e succo di limone per bagnarvi le dita finché non li cucinerete.

Eliminate i gambi e le foglie esterne più dure fino a raggiungere il cuore. Tagliate i carciofi a metà e aiutandovi con un coltellino rimuovete la peluria all’interno per poi affettarli a julienne.

In un tegame portate a ebollizione dell’acqua salata.

Lasciate cuocere i carciofi per circa 20 minuti e una volta pronti, scolateli e lasciateli raffreddare.

Riunite tutti gli ingredienti in una boule capiente e mescolate bene.

Fatto ciò dovete soltanto riporre in frigo l’insalata di riso per almeno un paio d’ore e attendere.

Al momento di servirla conditela con olio evo, aceto balsamico e una macinata di pepe nero.

Facebooktwitterpinteresttumblr