Crea sito

La Blackout Brooklyn cake della Ebinger’s Bakery

Facebooktwitterpinteresttumblr

Blackout Brooklyn Cake, conosciuta anche come Chocolate Blackout.

È una delle torte più buone che abbia mai assaggiato.

Questa botta di felicità pura nasceva nella trafficata Brooklyn per merito della Ebinger’s Bakery, fondata nel 1898, veniva considerata un’autentica istituzione americana ed era situata proprio accanto ai cantieri navali della città.

Pare che questo dolce sia strettamente legato alla seconda guerra mondiale.

Durante la notte un sottomarino tedesco, grazie all’illuminazione della città, giunse fino al porto di New York e riuscì in poco tempo ad abbattere due navi cisterna americane.

Così per scomputare il rischio di un secondo attacco, decisero di “oscurare” lo spettacolo luminoso che offriva Brooklyn.

Secondo altre fonti invece si trattava di un blackout attuato a New York durante un’esercitazione dei Civilian Defense Corps, nel 1957.

In ogni caso questa torta si rivelò, ahimè, essere un’edizione limitata poiché nel 1972 la Ebinger’s Bakery chiuse i battenti per fallimento.

Eppure riuscì a occupare talmente tanto spazio nel cuore degli americani che l’attività fu assalita da un considerevole numero di clienti per riuscire a accaparrarsi gli ultimi pezzi rimasti.

Il dolce si compone in strati di pan di Spagna al cioccolato farciti con crema di budino al cioccolato e briciole di torta cosparse in superficie.

Questa è una versione leggermente diversa ma altrettanto peccaminosa perciò non ci resta altro da che metterci all’opera!

Per approfondire la storia della Blackout Brooklyn Cake potete andare su questo sito (in inglese): Le origini della Blackout Brooklyn cake

INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)

  • 260 gr di farina 00
  • 4 uova
  • 250 gr di zucchero semolato
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 60 gr di cacao amaro
  • 60 gr di cioccolato fondente al 70%
  • 210 gr di burro
  • 190 ml di latticello
  • 8 gr di lievito per dolci
  • 4 gr di bicarbonato di sodio
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

PER IL BUDINO

  • 500 ml di latte intero
  • 180 gr di zucchero
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 30 gr di cioccolato fondente al 70% (per me al latte)
  • 3 cucchiai di maizena
  • 30 gr di burro
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale 

PER LA GLASSA

  • 350 gr di cioccolato fondente
  • 170 gr di burro
  • 125 ml di acqua bollente
  • 1 cucchiaino di glucosio (in caso potete sostituirlo con del miele)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

PREPARAZIONE

Partiamo dal  budino perché ha i tempi di riposo più lunghi.

Miscelate in un tegame il cacao amaro con lo zucchero, l’amido e il sale.

Aggiungete gradualmente il latte mescolando con una frusta.

Mettete a cuocere sul fornello a fuoco basso e, sempre mescolando, aspettate che sfiori il  bollore.

Togliete la pentola dal fornello e aggiungete il cioccolato tritato al coltello insieme al burro tagliato a pezzetti.

Amalgamate il composto, trasferitelo in un recipiente e coprite con della pellicola.

Non appena si sarà raffreddato mettetelo in frigo per almeno 2 ore.

Per la base setacciate la farina con il lievito, il bicarbonato e il sale.

Sciogliete il burro in un pentolino, aggiungete il cacao amaro seguito dal cioccolato fondente e lasciate cuocere per qualche minuto a fiamma dolce o fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati.

Per ultimi aggiungete gli zuccheri e mescolate bene prima di togliere il tutto dal fuoco.

Dividete i tuorli dagli albumi, montate quest’ultimi con un pizzico di sale a neve ben ferma.

Aggiungete i tuorli (uno alla volta) al composto di cioccolato.

Infine incorporate le polveri.

Imburrate e spolverate di cacao amaro 2 tortiere a cerniera del diametro di 18 – 20 cm quindi versate l’impasto in parti uguali.

Cuocete in forno caldo a 160° per circa 45 minuti.

Una volta pronta aspettate 10 minuti prima di sfornarle e lasciarle raffreddare.

Per la glassa scaldate in un pentolino l’acqua; sciogliete a bagnomaria il burro con il cioccolato, unite l’acqua bollente, il glucosio e la vaniglia.

Lasciate raffreddare per 30 minuti prima di utilizzarla.

A questo punto non vi resta che assemblare la torta.

Tagliate i due dischi di pan di Spagna a metà quindi farcite il primo strato con una parte di budino e continuate così fino ad arrivare al terzo.

Adesso avete 3 opzioni: ricoprire la base con la glassa e ultimare con delle briciole di pan di Spagna tenute da parte (secondo la versione ufficiale), aggiungere un 4° strato o congelare la parte che avanza e procedere con una glassatura uniforme.

Io ho decorato la torta con qualche ciuffetto di glassa, ciliegie candite.

Poi ho disegnato un cuore (sempre con la glassa) e riempito l’interno con qualche cucchiaiata di budino al cioccolato.

Per completare ho aggiunto anche una spolverata di cocco grattugiato.

Facebooktwitterpinteresttumblr