Crea sito

La Kentucky Fried Chicken ha prodotto una candela che profuma di pollo fritto

Facebooktwitterpinteresttumblr

Aspettate, aspettate.

Prima di fare un commento divertente, avere un’idea in proposito, farvi una risata… immaginate questo scenario.

Cenetta al lume di candela, lui tutto bello tirato a lucido con il pensiero di concludere in bellezza un ” dessert ” un pò diverso da quello che normalmente intendiamo.

Rose, luci soffuse, canzoni mielose da glicemia alle stelle.

Un classico da commedia romantica, insomma.

Lei arriva. Ovviamente bellissima, profumatissima, truccatissima e piacevolmente stupida dall’inaspettata (seppure poco fantasiosa) sorpresa.

Ci sono persino le candele al centro del tavolo.

Ne manca soltanto una, quella ” speciale “.

Così il giovane pieno di speranze, con il sorriso a 32 denti, apre il cassetto ed esce una candela diversa da tutte le altre.

La ripone sul tavolo, prende un fiammifero e l’accende.

E… via alla magia prodotta dalla sua inebriante fraganza di pollo fritto.

Peccato però che lei è vegetariana o, peggio ancora (disastro su tutti i fronti), vegana!

Senza entrare troppo nel merito delle mie bizzarre fantasie, approfondiamo in maniera pratica quest’altrettanto insolito fenomeno.

La Kentucky Fried Chicken (nota catena di fast food degli Stati Uniti specializzata in pollo fritto) neozelandese, ha pensato bene di mettere in commercio delle candele al profumo di pollo fritto, per restare fedeli alla propria causa.

Quell’innarestabile odore di frittura che, da generazione in generazione, milioni di nonne e mamme tentano faticosamente di neutralizzare nonostante viviate in un posto dove le temperatura scendano vertiginosamente sotto i 20°.

Purtroppo quest’inestimabile chicca risulta essere in edizione limitata (infatti esistono solo 25 esemplari) e sono riservati ai fortunati vincitori di un concorso incentrato sui gadget più insoliti da introdurre nel merchandising ufficiale del fantabuloso mondo del fast food.

Gli utenti hanno scatenato la loro più recondita immaginazione proponendo calzini con la forma delle zampette del pollo o ancora lozioni per il corpo e rossetti rigorosamente al pollo fritto (ovvio).

Poi tirando un pò le somme bisogna anche ricordare che la KFC in Italia non ha ancora ottenuto lo stesso riscontro favorevole e redditizio che ha avuto invece nel suolo americano.

Ma la multinazionale preferita dai cittadini a stelle e strisce conta di aprire 100 nuovi fast food in 5 anni.

Possiamo solo sperare che per attirare la clientela non ci rifilino gratuitamente un simpatico accessorio dal pernicioso odore di pollo appena fritto!

Facebooktwitterpinteresttumblr