Crea sito

Mini strudel salati di pasta matta

Facebooktwitterpinteresttumblr

Sentivo le mie emozioni come se fossero in balia del mare.

Un giorno ne ero innamorata, il giorno dopo lo odiavo.

Mi sentivo arrabbiata, delusa e poi mi veniva voglia di stringerlo forte.

E lui era presente, era assente. Era ciò che avevo desiderato e poi dimenticato. E ancora stretto il suo cuore tra le dita delle mie mani.

Talvolta accarezzandolo, altre calpestandolo.

Mi veniva in mente una frase che dissi una volta ad un mio amico, ” le persone nel bene o nel male ci deludono o ci deluderanno. Non lo fanno apposta, fa parte della natura umana. Succederà anche a noi di farlo. L’unica differenza è per chi ne vale la pena… “

Io non lo sapevo. Valeva davvero quella pena?

Stavamo girando intorno ai nostri sentimenti come topi dentro ad un labirinto o il tempo ci aveva reso soltanto fragili?

Mi sentivo nervosa, l’aria di cambiamento soffiava sul mio volto e mi faceva un pò paura.

Amavo il profumo di cose nuove e la paura era un sentimento a me spesso estraneo, non so perché mi sentissi così.

11889704_1053350498018170_8208503703962904491_n

Mi frantumava l’anima il pensiero di stargli lontano ma non potevo mettere su una bilancia il mio futuro e lui. Ne sarebbe uscito inevitabilmente sconfitto.

Avevo una citazione perfetta anche per questo, Bukowski trovava sempre parole per i miei pensieri.

<< Io l’amavo. Amavo lei e i suoi capricci, il suo viso, la sua voce. Succedeva sempre così: potevo scappare e riempirmi la vita di sogni, ma quando lei non c’era, quando lei smetteva di sfiorarmi, cazzo, quando lei non mi sfiorava più, io sfiorivo. >>

Era sole e anche le mie tenebre, tutti i miei demoni ed il paradiso in terra, ossessione e pace.

Probabilmente non glielo avrei mai detto.

Ma gli bastava guardare in fondo ai miei occhi.

Loro, traditori, gli rivelavano ogni volta la verità.

Mi sentivo confusa. Ero triste e vuota, allegra e piena di tutti i sentimenti del mondo.

Il caos tornava sempre.

Ogni qualvolta lui ritornava a riempire il mio cuore.

Magnifico e terrificante, come non l’avevo mai scordato.

 

Mini strudel salati di pasta matta 02

 

INGREDIENTI (PER 6 PEZZI):

PER IL RIPIENO:

  • 450 gr di cavolfiore
  • ½ cipolla dorata
  • 3 fette di prosciutto crudo
  • 30 gr di anacardi
  • 3 – 4 cucchiai di grana grattugiato
  • currry, sale e pepe q.b.

PER ULTIMARE:

  • latte q.b.
  • una manciata di semi di sesamo e di papavero

PREPARAZIONE:

Preparate l’impasto per lo strudel seguendo le indicazioni che trovate alla voce pasta matta (ora senza tirarsela troppo, basta un click insomma! :mrgreen: ).

Mentre aspettiamo per il tempo di riposo della pasta, eliminate le foglie e le parti più dure del cavolfiore quindi sciacquatelo sotto l’acqua corrente.

Lessate le cimette in acqua salata bollente per circa 15 minuti o finché non risulterà tenero.

Una volta cotto ponetelo in uno scolapasta e tenetelo di lato.

Sbucciate la cipolla e tagliatela a julienne (occhio ai pianti, non sapete quanti me ne faccia fare 😆 ).

In una padella versate 2 cucchiai di olio evo e fate imbiondire la cipolla, poi unite il cavolfiore e infine una spolverata di curry e pepe nero.

Lasciatelo rosolare finché il non avrà eliminato tutta l’acqua di cottura, 5 minuti al massimo e potete metterlo in un contenitore a raffreddare.

Nella stessa padella, così non sporchiamo troppi utensili, versate un goccino d’olio e unite il prosciutto crudo tritato grossolanamente.

Pochi minuti e risulterà pronto ma soprattutto croccante al punto giusto.

A questo punto prendete un padellino antiaderente e tostate gli anacardi per pochi minuti a fiamma dolce.

Operazione finale: assemblare il tutto!  😎

Dividete la pasta matta in 6 palline e stendetele man mano con un mattarello, formando dei rettangoli abbastanza sottili.

Farciteli al centro, io ho distribuito i vari ingredienti così per non scontentare erbivori e carnivori: cavolfiore e anacardi su tutti, prosciutto crudo solo su 3, grana grattugiato su quelli senza.

gjgfCzF

Richiudete i lembi di pasta più lunghi e sigillate le due estremità.

Byk6ba5

Infine spennellate i mini strudel con un goccino di latte e ricopriteli con i semi di sesamo e di papavero.

Infornate a 180° per circa 20 minuti.

Gustateli rigorosamente ben caldi!  😉

Facebooktwitterpinteresttumblr