Crea sito

Pesto di melanzane

Facebooktwitterpinteresttumblr

 

Deciso. Oggi si parla di case.

Tranquilli, in questi giorni d’assenza non ho deciso di darmi alla vendita di immobili!  😆 

Ho soltanto scoperto un servizio di cui sconoscevo l’esistenza chiamato Airbnb, è una piattaforma gratuita (che sfrutta un pò il principio della famosa BlaBlaCar, la cosiddetta sharing economy ovvero economia della condivisione).

Questo servizio nasce nel 2008 a San Francisco (California) e permette agli utenti di offrire o trovare ospitalità nel caso in cui siete alla ricerca di un alloggio provvisorio, una villa, un bunker, un castello… va bè, ora magari mi sto allargando troppo, insomma potete trovare ogni possibile sistemazione in base alle vostre esigenze.

Airbnb è stato definito il più grande hotel senza camere poiché avete a disposizione ben 191 paesi nei quali scegliere di andare.

Insomma è anche molto semplice da utilizzare: vi registrate, prenotate l’offerta che più si addice alle vostre esigenze, pagate ed il gioco è fatto (non l’ho specificato ma immagino sia ovvio che in tutto ciò potete mettervi in contatto con il padrone di casa).

Ogni operazione è tracciabile, potete vedere chi, come e dove sono le persone che vi ospiteranno. E’ previsto persino un rimborso nel caso di inadempienza dei servizi riportati nella scheda informativa.

Alla fine, proprio come TripAdvisor e tanti altri, potrete pure lasciare (o leggere) una bella recensione positiva o negativa per permettere anche ad altri di vivere un piacevole soggiorno o, in caso contrario, di scartare quell’offerta.

Infine alla voce “ Wish List ” potete conservare gli annunci di vostro interesse in modo tale da poterli riprendere in un secondo momento e fare una cernita.

Comunque sia per altre domande e delucidazioni potete andare a vedere voi stessi alla sezione “ Aiuto “. 

Perché vi rompo le scatole con tutta sta smanfrinata?!?

No, non sono diventata nemmeno una loro testimonial!!   :mrgreen: 

Come ben saprete ormai, cerco di focalizzare l’attenzione su tutto quello che può essere interessante, di qualunque genere sia.

A volte ci facciamo una risata, talvolta restiamo stupiti, allibiti, arrabbiati, tristi… insomma dev’essere qualcosa che stimoli. Che provochi una reazione.

Una reazione che in un modo o nell’altro può arricchirci.

Così se adesso vi chiedete in che modo può farlo una piattaforma, aldilà della praticità, è un’occasione.

Un’occasione per fare una full immersion di altre culture, lingue, abitudini tipiche di altri paesi, assaggiare sapori nuovi, fare nuove amicizie (perché no, può capitare!).

Anche guadagnare qualcosina o risparmiare, ci sta tutto anche questo.

Che volete che vi dica, a prescindere dallo ” sfruttare a proprio vantaggio ” un servizio, cerco sempre quel qualcosa in più.

Pretendo di più da questa vita per restare ferma ai soliti schemi mentali.

Uno spirito libero? Si, probabile. Ma niente etichette, per carità.

Mi fermo qui. Che se attacco con le mie filosofie di vita, ormai lo sapete. Non mi fermo più.

Tra le altre cose, scrivere è ciò che mi rende felice.

Purtroppo non sempre ma quella voglia torna sempre da me, è parte integrante del mio essere.

Esattamente come ognuno di voi possiede la sua, è matematico.

Perciò, ogni tanto, prendetevi del tempo.

Tempo per ciò che amate o che scoprirete di amare.  😉

 

Pesto di melanzane 02

 

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE):

  • 2 melanzane nere
  • 1 mazzetto di basilico fresco
  • 50 gr di gherigli di noci
  • 30 gr di pecorino stagionato grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio
  • 50 ml di olio evo
  • 6 gr di sale
  • pepe nero e noce moscata q.b.

PREPARAZIONE:

Ricordatevi innanzitutto di mettere le lame del mixer (a meno che non utilizzate un mortaio) nel frigo in modo da non far scaldare troppo le foglie di basilico.

Lavate e mondate le melanzane quindi mettetele in scarico in una bacinella con abbondante acqua e sale per una mezz’oretta.

Nel frattempo sciacquate ed asciugate delicatamente il basilico.

Fate lo stesso con le melanzane e cuocetele in padella con qualche cucchiaio di olio evo (all’occorrenza anche qualche sorso d’acqua).

Regolate di sale e pepe ed una volta cotte, aspettate che si raffreddino.

Riponete nel mixer l’aglio ed il sale ed azionate per pochi secondi.

Proseguite allo stesso modo dopo aver aggiunto il basilico, le melanzane, le noci, il pecorino grattugiato, una macinata di pepe ed una grattugiata di noce moscata.

Infine versatevi l’olio a filo, continuando a frullare fino ad ottenere una salsa vellutata ed omogenea.

Sterilizzate dei contenitori di vetro e riponetevi il pesto fino al momento di utilizzarlo.

Variante Veg: resta pressapoco tutto immutato tranne il pecorino che potete sostituire con del formaggio alle mandorle, del ” parmigiano ” vegano, del lievito alimentare in scaglie (1 cucchiaino) o del tofu al naturale (circa 50 gr).

Facebooktwitterpinteresttumblr