Crea sito

Pesto di pomodori secchi

Facebooktwitterpinteresttumblr

Oggi mi prendo una piccola pausa dal racconto che sto scrivendo.

Avevo iniziato speditamente però poi ho rallentato, è sfuggito dalla mia mente il soggetto per cui è nata quella storia ma la terminerò, forse senza la stessa motivazione con cui è iniziato tutto ma di certo con lo stesso spirito.

Sono abbastanza soddisfatta del risultato. 🙂

Questo piuttosto sarà un momento di sfogo… ormai chi segue ciò che mi passa per il cervello, ricette a parte, quasi quasi mi conosce più di chi c’è nella vita di tutti i giorni.  😆

Immagino si sia intuito che sui fatti personali tendo ad essere molto introversa, solo quando scrivo tolgo il freno a mano.

Mi dispiace un pò non riuscire ad avere la concentrazione per mettermi qui lasciare in pausa il resto e trattare argomenti di ogni tipo che non riguardino necessariamente me.

Di tanto in tanto capita di essere travolti da troppe cose, tutte concentrate insieme. Tanto da chiedermi come mai dev’essere tutto o niente. Qualche volta le vie di mezzo aiutano.

Un treno in corsa magari con un pò di fortuna lo schivi ma se arrivano da ogni direzione inizia a diventare sport estremo.

Non puoi nemmeno chiedere di rallentare un attimo, aspettare. Prendere fiato, avvicinarsi al primo treno e man mano andare avanti con gli altri. Forse salire su uno di essi oppure no. Continuare tutti la nostra folle corsa.

Mi viene in mente una frase di una canzone.

<< Le parole mentono ma gli occhi raccontano, in questa vita sono troppi i conti che non tornano. >> 

Moltiplico o divido… ah no, quel tipo di conti sono un pò più semplici!

I casini vengono fuori dalle persone, da quello che lasciamo indietro e che per una ragione o per un’altra non siamo riusciti a risolvere al momento opportuno.

Credevo che alla fine si sarebbero dissolte da sè avendo sbagliato i tempi. Mi si è rotto l’orologio… ah già, io odio portare orologi al polso. Preferisco i bracciali. Ma sembrano non funzionare!

Insomma ovviamente era una sciocchezza.

Avevo dimenticato che era già successo. Ti becca nel momento peggiore o quello in cui stai finalmente assaporando un sorso di felicità. Ricevi risposte a domande che avevi smesso di porti.

Beh, non divaghiamo troppo che tra vie e viuzze poi ci perdiamo e con questo tempo non è certo un buon affare! :mrgreen:

Qui è tutto, dall’indecifrabile Rachel Green (pure il nome nuovo di zecca).

A presto! 😉

 

Pesto ai pomodori secchi 02

 

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE):

  • 60 gr di pomodori secchi sott’olio
  • 20 gr di pinoli
  • ½ spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • 30 ml di olio evo
  • qualche foglia di basilico fresco

PREPARAZIONE:

Sgocciolate i pomodori secchi, tamponateli con un pò di carta per eliminare l’olio in eccesso e tritateli grossolanamente.

In un padellino antiaderente tostate per pochi minuti i pinoli.

Riunite tutti gli ingredienti in un mixer e frullate fino ad ottenere un pesto liscio e omogeneo.

Potete conservare il pesto in frigo, dopo averlo ricoperto con un filo d’olio, si manterrà per 3 giorni. 

Facebooktwitterpinteresttumblr