Crea sito

Risotto con zucca e champignon

Facebooktwitterpinteresttumblr

Breve storia e curiosità in pillole sul Titanic.

Il colossal di James Cameron nel quale recitavano due (all’epoca) giovanissimi attori: Leonardo DiCaprio e Kate Winslet.

Tra il 14 ed il 15 aprile del 1912, l’RMS Titanic – un transatlantico britannico – divenne noto per la collisione con un iceberg e il suo tragico affondamento.

 Fu il primo e unico sfortunato viaggio che intraprese da Southampton verso New York poiché alle ore 23:40 del 14 il Titanic ebbe una dirompente collisione con il fantomatico iceberg.

Esso causò l’apertura di diverse falle lungo la fiancata destra della nave ergo viene da sé che il volume dell’acqua la spezzò in due tronconi.

Raggiunse gli abissi del mare intorno alle 02.20 del giorno successivo e persero la vita moltissime persone.

Quanto avvenuto diede un bello scossone all’opinione pubblica che indisse la prima conferenza sulla sicurezza in mare.

Mettiamo da parte questa triste storia per svelare qualche “segreto” riguardante il film.

  1. Il regista James Cameron vide un lungometraggio intitolato Titanic che risaliva al 1915. Si trattava di un’opera di in bianco e nero andata perduta di Pier Angelo Mazzolotti. Il film che tutti conosciamo è un omaggio alla medesima.
  2. Futility or the Wreck of the Titan è un romanzo di Morgan Robertson e racconta la storia del transatlantico Titan che affondò nel Nord Atlantico dopo una collisione con un iceberg. Che c’è di tanto strano? Il libro venne scritto 14 anni prima che avvenisse il tragico evento.
  3. Natale in Crociera, doveva chiamarsi così il film di Cameron. Questo avrebbe permesso di distogliere l’attenzione dei media!
  4. Il famoso transatlantico prende nuovamente vita… Clive Palmer, un imprenditore australiano della Blue Star Line, ha deciso di riprodurre una copia fedele della nave e percorrere la stessa tratta, da Southampton a New York.
  5. Il protagonista di Titanic in origine doveva essere Ralph Macchio (volto noto della trilogia di The Karate Kid), tuttavia l’attore declinò l’offerta con «Un film di una nave che affonda? E poi cosa? Aerei che cadono? Ma per piacere!»
  6. Violet Jessop è il nome dell’hostess che riuscì a sopravvivere a ben tre disastri marittimi: nel 1911 sull’Olympic nel canale della Manica, nel 1912 si salvò su una delle scialuppe del Titanic e nel 1916 sulla nave Britannic che affondò per colpa di una mina tedesca. Di sicuro una donna con un gran fegato!
  7. In alcune bozze concernenti la sceneggiatura del film il personaggio di Jack avrebbe dovuto chiamarsi TD Lemon 900 Turbo. Stavano mica pensando a un cyborg?
  8. Al termine delle ultime riprese per festeggiare il grande evento venne organizzata un’abbondante cena a base di pesce. Tutto normale se non fosse che qualcuno aggiunse del PCP (polvere d’angelo) nella zuppa di vongole. I più sfortunati furono ricoverati in ospedale proprio a causa della sostanza allucinogena ingerita inconsapevolmente.
  9. Avete presente la scena in cui Jack ritrae Rose nuda? Beh, quel disegno non venne realmente realizzato da Peppino (DiCaprio) ma dal regista Cameron. Ovviamente poi venne venduto all’asta alla modica cifra di 16 milioni di dollari!

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 320 gr di riso parboiled
  • 250 gr di zucca mantovana
  • 300 gr di funghi champignon
  • 1 scalogno
  • 40 gr di burro
  • 1 lt di brodo vegetale
  • 50 gr di pecorino stagionato
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 20 gr di parmigiano grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio
  • timo, sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Tritate finemente lo scalogno, private la zucca della buccia e tagliatela a dadini.

In un tegame sciogliete 20 gr di burro nel quale lascerete appassire lo scalogno per poi aggiungete la zucca.

Dopo qualche minuto versatevi poca acqua, quel tanto che basta a non far attaccare la zucca.
Salate e fate cuocere il tutto per 10 minuti a fuoco dolce.

Nel frattempo sciogliete il burro restante in una padella e aggiungete il riso.

Lasciatelo tostare per un paio di minuti prima di aggiungere il sale.

Sfumate con il vino e, non appena evapora, unitevi la zucca ormai cotta seguita da qualche mestolo di brodo bollente.

Mescolate il riso senza troppa insistenza e proseguite con la cottura per circa 15 – 20 minuti.

Pulite i funghi con un panno umido e tagliateli a fettine.

Soffriggete uno spicchio d’aglio in padella, aggiungete i funghi e poco dopo le foglioline di timo. Lasciateli cuocere a fuoco medio per circa 5 – 10 minuti (anche in questo caso se necessario aggiungete un po’ d’acqua).

Regolate di sale e pepe.

Torniamo nuovamente a riso: toglietelo dal fuoco, mantecatelo con dei fiocchetti di burro e un’abbondante spolverata di parmigiano grattugiato quindi lasciatelo riposare per qualche minuto.

Posizionate un coppapasta rotondo al centro del piatto, riempitelo con il riso e livellate bene la superficie.

Rimuovete con gentilezza il coppapasta e decorate con i funghi, il pecorino tagliato a cubetti e un rametto di prezzemolo (o timo per restare fedeli alla ricetta).

Facebooktwitterpinteresttumblr