Crea sito

Torta Pasqualina – La ricetta tradizionale

Facebooktwitterpinteresttumblr

Una torta salata proveniente dalla Liguria dalle origini piuttosto antiche, pensate infatti che la sua esistenza risale al XVI secolo e viene citata per la prima volta nel ” Catalogo delli inventori delle cose che si mangiano et si bevano! ” dall’umanista Ortensio Lando.

Si dibatte parecchio sugli ingredienti da utilizzare, secondo la tradizione si utilizzano le bietole poiché nel periodo di Pasqua un tempo (ma tutto sommato anche ai giorni nostri) i carciofi costavano cari quindi risultava una soluzione alla portata di tutti.

Tuttavia sicuramente in giro per il web trovate delle varianti con gli spinaci, erbe selvatiche oppure è previsto l’utilizzo delle uova di quaglia.

Inoltre si utilizza la prescinseua (la cagliata ad hoc) al posto della nostra ricotta, dal sapore più acidulo e più fresca.

Un’altra questione degna di nota è quella che, di norma, non si utilizza la pasta sfoglia come potrebbe sembrare ma la pasta matta.

Infatti se ci fate caso non vi sono tracce di burro (che sovrasterebbe il sapore delicato del ripieno) nè tanto meno si praticano pieghe e la pasta viene stesa in modo da ottenere un velo sottilissimo.

Piccola curiosità è quella che la torta ligure ” ufficiale ” prevede che si facciano 33 strati sopra ed altri 33 che ricordano gli anni di Cristo.

L’argomento si esaurisce qui perciò adesso corro a preparare il pranzo pasquale!  😀

PS: non dimenticate di portare gli orologi un’ora avanti.

Buona pasqua a tutti voi!  😉

 

Torta Pasqualina, la ricetta tradizionale 02

 

INGREDIENTI (PER 6 PERSONE):

  • 500 gr di farina 00
  • 30 ml di olio evo
  • 290 ml di acqua
  • 2 gr di sale

PER IL RIPIENO PT 1:

  • 800 gr di bietole
  • 3 uova
  • 1 cipolla bianca (piccola)
  • 30 ml di olio evo
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • 1 rametto di maggiorana
  • sale e pepe q.b.

PER LA FARCIA PT 2:

  • 500 gr di ricotta vaccina
  • 2 uova
  • 125 gr di yogurt bianco
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • sale e pepe q.b.

PER LA COPERTURA:

  • 7 uova
  • 50 gr di parmigiano grattugiato

PREPARAZIONE:

Iniziamo preparando le sfoglie: sciogliete il sale nell’acqua e versatela a filo sulla farina, unite anche l’olio gradualmente.

Lavorate l’impasto fino ad incordatura quindi lasciatelo riposare in una terrina leggermente oliata e coperta con della pellicola per un’oretta.

Passato questo tempo dividetete l’impasto in 4 porzioni (2 da 250 gr e le altre da 160 gr), formate delle palline e lasciatele riposare sul vostro piano di lavoro infarinato e coperte sempre con della pellicola.

Nel frattempo occupiamoci del ripieno: tritate la cipolla e lasciatela appassire in padella con l’olio.

Lavate e mondate le bietole quindi tritate anch’esse grossolanamente e unitele agli altri ingredienti, basteranno circa 5 minuti perché le verdure siano cotte. Ah, ovviamente non dimenticate il sale!  😉

Una volta raffreddate conditele con le uova, il parmigiano, la maggiorana tritata e regolate di sale e pepe prima di amalgamare il tutto.

Adesso prepariamo il secondo ripieno mescolando la ricotta con lo yogurt, unite il sale e pepe seguiti dalle uova ed il parmigiano.

Un’altra mescolata e non ci pensiamo più (per ora)!

Riprendete le sfoglie e tirate con un mattarello quelle più grandi, adagiate la prima su uno stampo rotondo precedentemente imburrato ed infarinato, spennellate la pasta con dell’olio evo e poi sovrapponetevi la seconda.

Farcite con il ripieno di verdure seguito dalla crema di ricotta quindi formate delle fossette; sgusciate le uova e posizionate i tuorli (attenzione a non spaccarli) su ogni conca creata.

Montate gli albumi a neve ben ferma quindi ricoprite delicatamente il secondo strato di farcia e completate con una generosa spolverata di parmigiano.

Stendete i due pezzi di pasta restanti ed adagiateli sul ripieno, sempre con spennellatura annessa.

Eliminate la pasta in eccesso che fuoriesce dallo stampo e ripiegate su se stesso il bordo per formare un cordoncino, un pò come fareste per la schiacciata!  😉

Spennellate la torta con un pò goccino di olio evo e cuocete in forno già caldo a 170° per circa 50 – 60 minuti.

Facebooktwitterpinteresttumblr