Crea sito

Coleslaw – Una gustosa insalata americana

Facebooktwitterpinteresttumblr

 

Ci tocca da vicino e non è una questione di femminismo, almeno per quanto mi riguarda.

Ho ribadito spesso che la società mette in luce le difficoltà di noi donne ” fragili ” mentre gli uomini vengono considerati come delle persone a cui non può capitare mai nulla di doloroso.

Per carità, non è che vi sto augurando questo! Semmai la mia critica si pone verso tanto sessismo verso tutti gli esseri umani in generale.

Tra chi viene ” vittimizzato ” e chi, invece, quasi ignorato.

Motivo per cui avevo intenzione da un pò di parlare di #Istandup, una campagna di sensibilizzazione dai contenuti forti, lanciata dall’associazione Women Not Objects (donne non oggetti).

google-objetcs-women

Di cose serie si parla poco o in alternativa ci viene martellato il cervello con prospettive agghiaccianti; io invece cerco soltanto, come sempre nel mio piccolo, di accendere un dibattito o semplicemente una riflessione, esattamente come, in altre occasioni, cerco di portare un pò di allegria.

Ci vuole il giusto equilibrio. Tutto qui.

Tornando a noi, il video in questione mostra come gli standard di bellezza che vediamo tutti i giorni nelle pubblicità, possano influenzarci negativamente.

Anche gli abusi si trasformano quasi in un semplice atto di trasgressione, il web è pieno zeppo d’immagini o filmati brutali.

Per non parlare del fenomeno virale che non sempre invita a fare qualcosa di divertente senza essere anche dannoso per noi stessi e/o per altri.

Quasi ad immaginare la donna messa sul piedistallo come una statua, dal ventre troppo piatto e indossando solo abiti succinti e trucchi troppo vistosi per soddisfare le fantasie altrui.

Noto sempre di più tra i giovanissimi che si tende ad assumere ” atteggiamenti da grandi ” un pò troppo prematuramente ed avrete sicuramente intuito che non mi riferisco all’impiastricciarsi la faccia oppure essere ” alla moda “.

Molte di queste ragazzine (ovviamente in linea di massima dall’aspetto impeccabile) iniziano a sembrarmi dei piccoli soldatini che vengono addestrati a quest’inutile e malsana ossessione.

Boh, io non riesco proprio a capirlo.

Mi piace avere cura anche del mio aspetto ma non è così importante se ogni ciuffo della mia lunga capigliatura non si trova al suo posto, non me ne frega un bel niente se un giorno ho le occhiaie, se mi va di mangiare un pezzetto di dolce in più, se non ho voglia di ridere, ecc. ecc…

Il male causato dal rendere una donna oggetto in una cultura popolare, non è solo teorico. “, si legge ad un certo punto nel filmato.download

Si può ignorare un problema, ci si può mettere la coscienza a posto da bravi italiani con il solito ” tanto io cosa posso farci! “.

Come se nessuno fosse stato adolescente, oppure come se non avessimo delle insicurezze, come se nessuna di questi spiacevoli fatti ci riguardasse mai.

C’è sempre un paraocchi pronto a proteggerci. Questo fino al momento di sbatterci, contro il muro.

Nel video che vi ho suggerito ci sono uomini e donne che fanno sentire la propria voce.

Non comportiamoci come spettatori passivi della vita, ogni cosa ci riguarda ed ognuno di noi, come ripeto spesso, secondo le nostre possibilità dovrebbe farsi sentire.

Non urlare. Ma piuttosto esprimere qualcosa del tipo ” Ehi, sono un essere umano e ho dei diritti. “

La vita è bella ma siamo noi a scegliere di renderla tale (o meno).

” Io mi alzo in piedi per… “, e voi per chi o cosa lo fareste?

 

Coleslaw - Una gustosa insalata americana 02

 

 

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE):

  • 500 gr di cavolo cappuccio
  • 2 carote
  • 1 cipolla bianca

PER IL DRESSING:

  • 125 gr di yogurt bianco
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • 30 gr di maionese
  • 1 cucchiaino colmo di senape
  • 2 cucchiai di erba cipollina essiccata
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Lavate e mondate le carote quindi tagliatele a julienne, fate lo stesso con il cavolo (dopo averlo privato delle foglie più esterne) e con la cipolla.

Mettete da parte ed occupiamoci della salsa.

Mescolate la maionese con la senape.

Poi aggiungete lo zucchero, l’aceto, l’erba cipollina e regolate di sale e pepe.

Amalgamate tutti gli ingredienti e riponete l’insalata in frigo per almeno un paio d’ore.

Ovviamente questa è una di quelle pietanze che più riposano e più risaltano i sapori.

Prima di servire il coleslaw, spolverate ogni porzione con una manciata di erba cipollina!  😉

Facebooktwitterpinteresttumblr