Crea sito

Sono quella che sono, Jacques Prévert

Facebooktwitterpinteresttumblr

Sono quella che sono

Sono quella che sono 
Sono fatta così 
Se ho voglia di ridere 
Rido come una matta 
Amo colui che m’ama 
Non è colpa mia 
Se non e sempre quello 
Per cui faccio follie 
Sono quella che sono 
Sono fatta così 
Che volete ancora 
Che volete da me 
Son fatta per piacere 
Non c’e niente da fare 
Troppo alti i miei tacchi 
Troppo arcuate le reni 
Troppo sodi i miei seni 
Troppo truccati gli occhi 
E poi 
Che ve ne importa a voi 
Sono fatta così 
Chi mi vuole son qui 
Che cosa ve ne importa 
Del mio proprio passato 
Certo qualcuno ho amato 
E qualcuno ha amato me 
Come i giovani che s’amano 
Sanno semplicemente amare 
Amare amare… 
Che vale interrogarmi 
Sono qui per piacervi 
E niente può cambiarmi. 

****

I Am What I Am

I am what I am
I’m made that way
When I want to laugh
Yes I erupt with laughter
I love the one that loves me
Is it my fault
If it’s not the same one
That I love each time
I am what I am
I’m made that way
What more do you want
What do you want from me

I’m made for pleasure
And nothing can change that
My heels are too high
My figure too curved
My breasts way too firm
And my eyes too darkly ringed
And then afterwards
What can you do about it
I am what I am
I please who I please
What can you do about it

What happened to me
Yes I loved someone
Yes someone loved me
Like children love each other
Simply knowing how to love
Love love…
Why ask me
I’m here for your pleasure
And nothing can change that.

Facebooktwitterpinteresttumblr