Crea sito

Alberelli di ravioli con salsa ai porri

Facebooktwitterpinteresttumblr

Un must delle festività di Natale sono i mercatini.

Lucine colorate, sorrisi, allegria, sciarpe calde, bambini che giocano…

Aldilà di questi mistici scenari che talvolta però non rispecchiano le nostre più rosee aspettative, c’è sempre una fiera di mezzo.

Uno in particolare mi ha affascinato parecchio (come se la scelta fosse semplice).

Baden-Württemberg, una regione tedesca situata nella parte sud-occidentale del paese, confinante con la Francia e la Svizzera.

L’attrattiva naturale in questa regione è senza dubbio la magica Foresta Nera, formata perlopiù da boschi e maestose montagne.

Ma che ha di tanto speciale?

In alcuni paesini la magia del Natale è particolarmente presente.

Tra le splendide case dalle tinte color pastello, si scorgono enormi abeti addobbati con innumerevoli luci e festoni, tanto da riuscire a rapire persino una “Grinch” come me.

Oggi purtroppo il tempo stringe e ci sono ancora tante cose da fare quindi dopo questa breve premessa vi lascio nelle mani, anzi nei racconti, di chi li ha visti con i propri occhi: The Fielder – I mercatini della Foresta Nera

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 170 gr di farina 00
  • 100 gr di semola rimacinata
  • 2 tuorli
  • 200 gr di spinaci (o 500 gr di spinaci freschi)
  • 1 cucchiaino di sale

PER IL RIPIENO

  • 1 porro
  • 13 gr di farina 00
  • 13 gr di burro
  • 250 ml di brodo vegetale
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 250 ml di panna da cucina
  • sale e pepe q.b.

PER IL SUGO

  • 300 ml di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 gr di ciliegie disidratate
  • zucchero q.b.
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Lessate gli spinaci surgelati in acqua bollente salata.

Una volta cotti sistemateli in uno scolapasta e aspettate che rilascino l’acqua di cottura per un’oretta.

Miscelate la farina con la semola e il sale quindi unite i tuorli d’uovo insieme agli spinaci precedentemente strizzati e tritati in un mixer.

Lavorate l’impasto per circa 5 minuti o finché non risulterà liscio e omogeneo.

Coprite la pasta con un canovaccio e lasciate riposare in un luogo asciutto per un’ora.

Nell’attesa mondate il porro eliminando le foglie verdi e la radice poi tagliatelo a rondelle sottili.

In una padella fate sciogliere il burro a fuoco dolce, unite il porro e lasciatelo stufare per qualche minuto senza farlo imbiondire.

Sfumate con il vino bianco, non appena evapora ricoprite con la farina e mescolate.

Bagnate con il brodo caldo, regolate di sale e pepe quindi lasciate cuocere il tutto per circa 10 minuti.

Togliete il tutto dal fuoco, aggiungete la panna e mescolate.

Versate la salsa in un mixer e azionatelo per pochi secondi.

A questo punto dividete a metà il panetto.

Spolverate di farina sia il piano di lavoro che l’impasto.

Tirate la pasta con il vostro fedele amico mattarello fino ad avere una sfoglia sottile.

Ritagliate i ravioli con uno stampo a forma di albero di Natale.

Assemblate nuovamente gli scarti e ricominciate fino a esaurimento… il nostro, ovviamente!

Ripetete la stessa operazione con la seconda porzione d’impasto.

Disponete al centro su metà dei ravioli-alberelli un cucchiaino di salsa ai porri, picchiettate i bordi con un goccio d’acqua e sigillate con i pezzi di pasta rimasti.

Mettete sul fuoco un bel pentolone pieno d’acqua aspettando il bollore.

Durante l’attesa completiamo la salsa.

In una padella capiente fate soffriggere uno spicchio d’aglio con tre cucchiai d’olio.

Aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale, pepe e zucchero (se lo usate).

Allungate la salsa con un po’ d’acqua, unite le ciliegie (qualcuna tenetela da parte) e lasciate cuocere per 5 minuti.

Salate l’acqua (quella nella casseruola) per poi buttare un po’ alla volta la pasta fresca.

Due, tre minuti di cottura. Non si scappa.

Poi vanno scolati con una schiumarola, tuffati nella salsa di pomodoro e serviti subito.

Extra:

Per esperienza personale, NON utilizzate stampi troppo piccoli o non finirete più di fare ravioli e soprattutto mancherebbe lo spazio necessario per il ripieno.

Per veganizzare la ricetta:

Sostituite i tuorli con 1 cucchiaio di olio evo e circa 40 ml di acqua tiepida. La pasta dev’essere elastica quindi aggiungetela gradualmente perché potrebbe risultare troppa.

Per la salsa ai porri sostituite il burro con 15 gr di margarina vegetale e la panna da cucina con quella di soia (stessa dose).

Per la versione senza glutine:

Sostituite la farina 00 e quella di semola con una specifica che sia priva di glutine.

Al posto della panna da cucina utilizzate quella fresca pastorizzata e a lunga conservazione (UHT) che non sia miscelata con altri ingredienti oppure la panna vegetale.

Facebooktwitterpinteresttumblr