Crea sito

Barbagiuan – Una specialità di Monaco

Facebooktwitterpinteresttumblr

Possiamo definirlo il “tweet della discordia”, mai mettersi contro una donna… a maggior ragione se si riferisce a ognuna di noi! 

In principio si trattava di una foto che ritraeva un foglio appeso sul muro con un messaggio forte e chiaro.

Le donne di fronte alla possibilità di scegliere un bravo ragazzo prediligono sempre i tipi “bastardo”.

Ecco cosa diceva nello specifico.

“Ok, donne.
Ho capito.

Voi non volete una piacevole chiacchierata serale.

Voi non volete un gentiluomo che vi accompagni alla macchina.
Voi non volete un bellimbusto che vi aiuti con le buste della spesa… o che vi apra la porta… o che porti fuori dalla vostra vita chi vi fa soffrire.

Bene… temete i bravi ragazzi. Sono sicuro che soffriremo guardandovi rovinare ancora e ancora a causa della feccia che pensate di amare.

Ma voglio che voi sappiate che non è facile, fa male vedervi cadere.

Date ai bravi ragazzi l’opportunità di farvi sentire meno sole in questo mondo.”

OK, dai. Le intenzioni non volevano essere malvagie.

Alcune donne erano d’accordo con le parole di questo ragazzo, mentre altre hanno avuto qualcosa da ridire.

Qualcuna si è persino mostrata riluttante verso i cosiddetti bravi ragazzi sostenendo che lo sono soltanto a parole.

Questa foto non ha coinvolto soltanto gli utenti di Twitter ma anche quelli su Tumblr, infatti tra le centinaia di reazioni ne è stata scovata una davvero geniale.

Una ragazza di nome Megan ha risposto con un altro biglietto.

“Caro ragazzo,

se vedi la ragazza che ti piace ferita da un altro ragazzo SMETTILA DI LAMENTARTI E FAI QUALCOSA. Non lasciare una nota anonima su di un muro. Se conosci qualcuno che sta soffrendo FAI QUALCHE COSA.

Se giochi a fare il “bravo ragazzo”, hai bisogno di rivedere le tue intenzioni. Se lo fai solo per gratificazione personale, non sei affatto un bravo ragazzo. Batman rinuncia a Gotham solo perché le persone non lo hanno ringraziato per aver salvato la città?

Hai capito cosa voglio realmente? Voglio rispetto. Voglio che le persone rispettino il fatto che non mi piace camminare con un estraneo nel mezzo della notte. Voglio che le persone rispettino il fatto che posso difendermi da sola. Voglio che le persone rispettino il fatto che LE DONNE POSSO FARE QUALSIASI COSA SENZA L’AIUTO DI UN UOMO.

Vuoi essere un gentleman e un bravo ragazzo? Inizia cambiando il modo in cui tu e gli altri uomini guardate le donne. Noi non siamo “cose fragili” da dover difendere. Noi siamo persone. Continua ad aprirci la porta, sii amichevole e non aspettarti nulla in cambio. Non si deve niente a nessuno a questo mondo.

Se vuoi che abbiamo meno paura del mondo, cambia il mondo, non noi.” 

Una risposta lecita, senza dubbio si tratta di punti di vista differenti.

Ma è pur vero che i tempi in cui le donne sentivano il bisogno di essere salvate sono passati da un pezzo o forse non sono mai esistiti.

Dovrebbe cambiare in maniera radicale il modo in cui ci vede la società e spesso anche noi stesse.

Forse dovremmo tutti fare un passo avanti, scrollarci di dosso gli stereotipi e mostrarci.

Dialogare di più e presumere di meno da entrambe le parti.

INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)

  • 500 gr di farina 00
  • 200 ml di acqua
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini rasi di sale

PER IL RIPIENO

  • 400 gr di bietole
  • 100 gr di riso Carnaroli
  • 4 uova
  • 1 cipolla bianca
  • 1 porro
  • 50 gr di bresaola
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • 40 gr di acciughe
  • sale e pepe bianco q.b.

PREPARAZIONE

Emulsionate l’acqua con l’olio e versateli gradualmente sulla farina con il sale.

Lavorate l’impasto per 5 – 6 minuti fino ad avere una pasta elastica ed omogenea.

Avvolgete nella pellicola e lasciate riposare in frigo per un’oretta.

Nel frattempo sbollentate le bietole quindi scolatele e tritatele grossolanamente.

Tritate finemente la cipolla ed il porro e lasciatele imbiondire in padella con qualche cucchiaio di olio evo quindi unite i filetti di acciughe e per ultima la verdura.

Fate cuocere a fuoco medio finché non si sarà asciugata tutta l’acqua di cottura, poi lasciate intiepidire il tutto.

Lessate il riso (dovrà essere al dente) ed una volta pronto tenete da parte anche quello finché non si sarà raffreddato.

A questo punto riunite in una terrina le uova precedentemente sbattute, le bietole con le acciughe, il riso, la bresaola spezzettata, il parmigiano grattugiato ed il pepe e amalgamate bene il ripieno.

Riprendete la pasta, stendetela in una sfoglia dello spessore di 1 mm e ritagliate dei cerchi con un coppapasta.

Disponete al centro di ogni dischetto un pò di farcia e richiudete formando una mezza luna, sigillate bene i bordi e pressateli con i rebbi di una forchetta.

Scaldate in una padella capiente abbondante olio di semi ed una volta caldo friggete un pò alla volta i ravioli da entrambi i lati fino a doratura.

Facebooktwitterpinteresttumblr