Crea sito

Hot Cross Buns – Panini dolci dalla tradizione anglosassone

Facebooktwitterpinteresttumblr

Siore e siori, arrivano direttamente dalla Gran Bretagna e sono degli strepitosi panini dolci.

Consumati durante il periodo di Pasqua (nello specifico durante il Venerdì Santo) la particolarità che salta subito all’occhio è quella della croce posta in superficie, simbolo della crocifissione di Cristo.

La prima testimonianza degli Hot Cross Buns risale al 1733 ma si vocifera che esistessero già da prima; infatti venivano consumati durante i rituali pagani in onore della dea Estroe.

Come ogni ricetta antica che si rispetti, esistono molte leggende: si narra di una vedova anziana che era solita preparare i buns durante i lunghi periodi di assenza da casa del figlio marinaio.

Uno sfortunato giorno il ragazzo cadde in acqua e fu inghiottito dal mare.

La madre, essendo una donna molto tenace, continuò a cucinarli per poi appenderli fuori dalla finestra, attendendo il ritorno del figlio.

Un’altra, invece, sostiene che se due persone dividono un panino a metà, lo mangiano insieme e pronunciano la frase “half for you and half for me, between us two shall goodwill be”, il loro legame sarà indissolubile per tutto l’anno.

Comunque sia questo tipo di decorazione può essere realizzata in vari modi: basta una semplice glassa a base di farina, della pasta frolla o della ghiaccia reale.

Ora non ci resta altro da fare che mettere… le mani in pasta!

INGREDIENTI (PER CIRCA 15 PANINI)

  • 200 gr di farina 00
  • 200 gr di farina manitoba
  • 1 uovo
  • 80 gr di zucchero
  • 125 ml di latte
  • 12 gr di lievito di birra
  • 35 gr di burro
  • 100 gr di uvetta
  • 50 gr di mirtilli essiccati
  • 2 cucchiaini di cannella
  • 1 cucchiaino di noce moscata
  • 1 bustina di vanillina

PER LE CROCI

  • 4 cucchiai di farina 00
  • 2 – 3 cucchiai di acqua

PER LUCIDARE

  • 1 uovo
  • 65 gr di zucchero semolato
  • 30 ml di acqua

In alternativa potete utilizzare 1 cucchiaio di gelatina di albicocche

PREPARAZIONE

Prepariamo il poolish sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida e aggiungendo circa 100 gr di farina 00 setacciata.

Mescolate con una forchetta fino a ottenere una “pastella” omogenea.

Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per un’oretta.

Nel frattempo setacciate le farine rimaste e, in un altro contenitore, lo zucchero con gli aromi.

Mettete l’uvetta in ammollo in una ciotolina piena d’acqua per un’oretta, poi sciacquatela e asciugatela accuratamente.

Riunite in una terrina le farine, lo zucchero miscelato con le spezie, il poolish e per ultimo l’uovo; iniziate a impastare il tutto.

Versate un po’ alla volta il latte e lavorate il composto fino a incordatura.

Unite sale e il burro morbido tagliato a pezzetti e continuate a lavorare l’impasto fino a legare ulteriormente la pasta.

Aggiungete infine i mirtilli e l’uvetta, maneggiate brevemente e lasciate lievitare nuovamente per circa 3 ore (se avete tempo anche tutta la notte!).

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e dividetelo in bocconcini da circa 70 gr l’uno.

Formate delle palline e spennellatele con l’uovo sbattuto.

Mescolate la farina con l’acqua quindi riponete il composto in una sac à poche e create delle croci sulla superficie dei panini.

Riponeteli in un luogo caldo e lasciateli riposare per un’altra oretta.

Cuocete in forno già caldo a 180° per circa 15 – 20 minuti.

Una volta cotti potete procedere in due modi.

Preparate uno sciroppo mettendo in un pentolino acqua e zucchero.

Porre il tutto sul fuoco a fiamma dolce, portate a bollore e lasciate cuocere per circa 2 – 3 minuti.

Disponete i panini su una gratella e spennellateli ancora caldi con lo sciroppo di zucchero.

In alternativa diluite la gelatina di albicocche con un goccino d’acqua e procedete allo stesso modo.

Facebooktwitterpinteresttumblr