Crea sito

Bûche de Noël (tronchetto di Natale)

Facebooktwitterpinteresttumblr

Il tronchetto di Natale non solo è bello da vedere ma porta con sé una storia proveniente dalle antiche tradizioni.

Pensate che risale al XII secolo e si tramanda da moltissimi secoli in vari paesi d’Europa.

Era usanza, proprio durante la vigilia di Natale, da parte del capofamiglia bruciare nel camino un grande ceppo di legno come augurio e simbolo di affetto.

Il tronco doveva essere piuttosto massiccio perché avrebbe dovuto continuare ad ardere per le successive 12 notti fino ad arrivare al 6 Gennaio, l’Epifania.

Le ceneri rimaste, venivano poi raccolte e conservate poiché si pensava che avrebbero portato prosperità e fertilità.

E come sempre, ogni paese aveva il suo albero prescelto!  Ad esempio i francesi prediligevano gli alberi da frutta, come gli scozzesi sceglievano la betulla e così via.

Questa è la più accreditata testimonianza dalla quale viene fuori questo sublime dolce.

Diffidate dalle imitazioni!!  😆

Beh, almeno una battuta delle mie la devo sempre buttare lì.

In conclusione, come vi sarà sicuramente capitato di vedere, esistono tantissime altre varianti.

Per questa volta ci manteniamo sul classico.

Quindi… all’opera!  😉

 

Bûche de Noël (tronchetto di Natale) 02

 

INGREDIENTI (PER 6 PERSONE):

  • 70 gr di farina 00
  • 30 gr di fecola di patate
  • 5 uova
  • 140 gr di zucchero
  • 10 gr di miele di acacia
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

PER IL RIPIENO:

  • crema di nocciole q.b. (o altra a piacere)

PER LE GANACHE AL CIOCCOLATO:

  • 250 gr di cioccolato fondente
  • 250 ml di panna fresca
  • 20 gr di burro

PREPARAZIONE:

Lavorate i tuorli a temperatura ambiente con 80 gr di zucchero, il miele e la vaniglia per almeno 10 – 15 minuti e utilizzando le fruste elettriche.

Una volta gonfi e spumosi, occupatevi degli albumi montandoli con un pizzico di sale e lo zucchero restante, sempre a lungo.

Incorporate gli albumi un pò alla volta al composto di tuorli, pian pianino ed aiutandovi con una spatola.

Rivestite una teglia con della carta forno e versatevi uniformemente l’impasto di uova fino ad avere uno spessore di 1 cm.

Cuocete la pasta biscotto in forno caldo a 220° per circa 7 – 8 minuti.

Una volta cotta sfornatela subito, cospargete la superficie con dello zucchero e ricopritela con della pellicola in modo tale che una volta fredda sia minore il rischio che possa spaccarsi.

Nel frattempo ponete sul fuoco un pentolino con la panna fino a portarla quasi ad ebollizione.

Tritate grossolanamente il cioccolato al coltello e versatelo nella panna bollente, seguito dal burro a pezzetti.

Togliete il tutto dal fornello, versatelo in un contenitore e lasciate raffreddare.

Riprendete la pasta biscotto (non rimuovete del tutto la pellicola, vi aiuterete con quella al momento di arrotolare) e spalmatevi sopra la crema di nocciole. Se dovesse risultare troppo ” solida “, scaldatela a bagnomaria quel tanto che basta perché risulti più fluida!

Arrotolate il tronchetto su se stesso aiutandovi con la pellicola e ritagliate delicatamente le due estremità (non troppo grandi, eh!) per poi posizionarle ai lati della parte più lunga.

Ricoprite la superficie con le ganache al cioccolato e formate del striature con i rebbi di una forchetta.

Riponete in frigo per un’oretta prima di servirlo.

Per il tocco di grazia potete aggiungere delle decorazioni realizzate con della pasta di zucchero, canditi o perline di zucchero argentate.  😉

Facebooktwitterpinteresttumblr