Crea sito

Il glorioso ritorno del Nokia 3310

Facebooktwitterpinteresttumblr

Questa non ce l’aspettavamo proprio, eppure è successo!

Bello tirato a lucido, display a colori ed una batteria che ai tempi degli smartphone possiamo solo sognare: l’indistruttibile Nokia 3310 è tornato.

La leggenda narra che se per sbaglio il cellulare in questione casca a terra, vi ritroverete le mattonelle lineate se non addirittura frantumate…

Un ingresso trionfante al MWC (il Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera mondiale dedicata alla telefonia mobile), dopo 17 lunghi anni d’assenza, grazie alla casa finlandese, HMD Global (la startup che ha preso in prestito il marchio).

Quelli erano altri tempi, direbbero i nostalgici. Quando ancora non rappresentavano un’estensione del nostro corpo ma dei semplici aggeggi per comunicare al momento del bisogno.

Pensate che all’epoca circa 128 milioni di persone ne possedevano uno.

Parola d’ordine: essenziale.

Infatti tra le caratteristiche del nuovo Nokia 3310 troviamo un display di appena 2,4 pollici, a colori con risoluzione QVGA.

Collegamento di 2G, si naviga tramite il browser semplificato Opera Mini, autonomia di quasi un mese in stand-by e 22 ore di telefonate.

Niente touch screen, tornano i classici tastini vecchio stile, fotocamera integrata per scatti a 2 Mpixel, memoria di soli 16 MB, espandibili con micro SD (fino a 32 GB).

Niente app per il cellulare che ritorna dal passato, in compenso è integrato l’intramontabile Snake (presente pure come app all’interno di Facebook Messenger), il gioco su cui è andata perduta un po’ della nostra vista!

E per completare in bellezza c’è pure la radio ed il lettore mp3 per goderci almeno un po’ di musica.  😆 

Non ci resta che consolarci con i colori sfavillanti (rosso, giallo e grigio) ed il costo irrisorio di 49 euro.

Se il fascino vintage del Nokia 3310 ha ancora un certo effetto su di voi, abbiate pazienza, potrete trovarlo sul mercato con l’arrivo dell’estate.

Secondo le indiscrezioni si tratta semplicemente della solita e astuta operazione di marketing che punta alla nostalgia e non risolleverà da terra la Nokia poiché il nuovo telefono vintage (che insolito gioco di parole) è destinato a perdersi nell’affollato mercato di concorrenti mobile nettamente più all’avanguardia.

Facebooktwitterpinteresttumblr