Crea sito

Rame di Napoli

Facebooktwitterpinteresttumblr

Beh, se siete sopravvissuti alle tempeste e a Halloween durante un altro giorno di freddo glaciale, ci buttiamo sul classico con questi biscotti provenienti dalla città in cui vivo, Catania!

Se ne dicono tante delle rame di Napoli, le voci che circolano maggiormente sono due.

Secondo le parole dello scrittore Pino Correnti, durante l’epoca del Regno delle Due Sicilie avvenne un atto di vassallaggio attribuito dalla Sicilia (con furore) a Napoli.

Insomma da secoli i malintesi creano sempre un certo scompiglio!   :mrgreen:

L’ipotesi più accreditata invece sostiene che durante il periodo dell’impero Borbonico, avvenne l’unificazione di queste due terre.

Dopo quest’importante svolta, la moneta più preziosa ricoperta di oro e argento venne rimpiazzata da una più modesta con una lega di rame.

Da qui nacque l’idea di ricreare un dolce che ricordasse questa moneta creata con del materiale povero.

Conclusa questo sintetico tuffo nella tradizione catanese per andare off topic e smorzare un po’ questo grigiore generale causa maltempo e cattivo umore.

 Dunque dunque… tra i vari generi musicali che passano dal mio cell, ci sono anche gli Oasis.

Gruppo rock britannico che purtroppo nel 2009 decise che era ora di cambiare registro ed ognuno per la sua strada.

Tuttavia volevo richiamare la vostra attenzione su Noel Gallagher (no, senza fratello stavolta).

Probabilmente dipende dal fatto che spesso tendo a seguire un artista ma non interessarmi alla sua vita privata, soprattutto se quello che devo leggere è chi si porta a letto e simili, però ho sempre pensato che Noel fosse un tipo raffinato ed abbastanza snob.

A quanto pare mi sbagliavo, il lato oscuro dell’ex frontman degli Oasis dalla lingua biforcuta viene fuori senza tante smancerie!

Senza inoltrarci nei meandri della mente di questo cantante britannico per scoprire come sia o non sia realmente, guardate cosa ne pensa lui di alcuni famosissimi artisti.

Caro Noel, se sei davvero così schietto potrei aggiungerti addirittura alla lista delle mie persone preferite!  😆

Per non prendersi troppo sul serio e farsi due risate che fa sempre bene:

http://www.onstageweb.com/foto-gallery/22-insulti-noel-gallagher-a-colleghi-artisti/

 

 

INGREDIENTI (PER 25 – 30 BISCOTTI):

  • 500 gr di farina 00
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr di burro
  • 200 ml di latte
  • 100 gr di cacao amaro
  • 2 cucchiaini di miele di acacia
  • 2 cucchiai di marmellata di arance (o albicocca)
  • ½ bustina di lievito per dolci 
  • scorza di 1 arancia grattugiata
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano

PER GUARNIRE:

  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 100 gr di burro
  • pistacchi non salati (o mandorle) q.b.

PREPARAZIONE:

In una terrina riunite lo zucchero, il cacao amaro, il lievito, la scorza grattugiata dell’arancia, le spezie, il miele, la marmellata di arance e il burro fuso. Amalgamate bene il composto.

Aggiungete un po’ alla volta la farina e il latte (regolatevi se dovesse bastare o se ne servirà poco di più) e continuate a lavorare l’impasto fino ad ottenere una pasta morbida ed omogenea ma non appiccicosa.

Prelevate dei pezzetti d’impasto e man mano formate degli ovali.

Infornate a 180° per 12 – 15 minuti.

Nel frattempo preparate la glassa, sciogliete il cioccolato con il burro a bagnomaria quindi lasciate intiepidire.

Una volta pronti i biscotti (e lasciati raffreddare) immergeteli, solo da un lato, nella glassa e ricopriteli al centro con un pò di granella di pistacchi.

Lasciateli solidificare prima di servirli.

Note:

Per un tris di cioccolato, prima di concludere con la glassa ricopriteli con un velo di Nutella!  😉

Facebooktwitterpinteresttumblr