Crea sito

Mendiants – I cioccolatini di Natale francesi

Facebooktwitterpinteresttumblr

Cioccolatini sfiziosi, facili da fare e di origine francese.

Cioccolato, frutta secca (o candita) e non ci pensi più. Potete pure confezionarli per un piccolo regalo culinario fatto in casa.

I Mendiants hanno anche una storia alle spalle…

Cenni storici

Il termine Mendiant deriva dal fracese e si traduce in mendicanti.

In origine adagiare quattro pezzi di frutta secca su del cioccolato fuso non era altro che una rappresentazione simbolica delle tuniche dei diversi ordini religiosi cattolici.

Noci o nocciole per gli Agostiniani, fichi secchi per i Francescani, uva sultanina per i Domenicani, mandorle per i Carmelitani.

Si suppone che i frati mendicanti, avendo fatto voto di povertà, andassero di casa in casa per chiedere un’offerta per il monastero e, spesso, ricevevano in cambio proprio della frutta secca.

Ricca di proprietà benefiche e ottima fonte di energia, era anche un alimento che difficilmente si deperiva, per tale ragione era considerato un dono perfetto.

Questi tipi di frutta secca vengono anche associati a una parte della composizione dei 13 dessert di Provenza.

Se state pensando ad una tavola imbandita con dolci di ogni tipo, la risposta è no.

Tredici dessert, Gesù e i suoi dodici apostoli.

Inutile dire che esistono delle varianti ma secondo la tradizione la composizione originale è questa:

le noci (o nocciole), le mandorle, i fichi secchi e l’uvetta per i 4 mendicanti; i datteri ovvero Gesù proveniente dall’Oriente; torrone bianco o al cioccolato come rappresentazione del bene e del male; la frutta fresca o candita costituisce i desideri dei commensali; la Pompe à huile (ovvero la focaccia dolce provenzale all’olio d’oliva) da spezzare e condividere con gli altri, come fece Cristo con il pane durante l’ultima cena.

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE):

  • 200 gr di cioccola fondente al 65% di qualità (o 200 gr di cioccolato bianco)
  • frutta secca a piacere (mandorle spellate, pinoli, noci, nocciole, pistacchi, anacardi) q.b.
  • frutta disidratata o candita a piacere (albicocche secche, ciliegie candite o disidratate, cranberries, arancia/zenzero/cedro candito, uva sultanina) q.b.
  • fichi secchi, bacche di goji q.b.

PREPARAZIONE:

Tritate grossolanamente 150 gr di cioccolato e lasciatelo fondere a bagnomaria, mescolando di tanto in tanto.

Aspettate che raggiunga una temperatura di 45°/50° (per questo vi servirà un termometro da cucina) quindi togliete dal fuoco ed unite i 50 gr rimasti, continuando a mescolare per scioglierlo bene.

A questo punto mettete il contenitore in un luogo fresco oppure a contatto con dell’acqua fredda in modo da abbassare la temperatura fino a 26°.

Dovrete continuare a girare per far si che il calore si disperda in maniera uniforme.

Rimettete nuovamente sul fuoco (sempre a bagnomaria) per raggiungere i 30°.

Questo permetterà al cioccolato di non rapprendere troppo e rimanere lucido e croccante al tempo stesso.

A questo punto potete procedere in 2 modi:

versare un cucchiaio raso in uno stampo per muffin antiaderente (quelli in silicone sono l’ideale) o prelevare un cucchiaino alla volta e creare dei dischetti di circa 5 cm, delicatamente e con movimenti circolari, distanziandoli tra loro.

Ultimate i Mendiants con della frutta secca, disidratata e/o candita.

Lasciateli rassodare a temperatura ambiente per un’oretta prima di servirli.

Facebooktwitterpinteresttumblr